La filiera dei contenitori vuoti

Gennaio 10, 2024

Logistica dei container 2024

La recente siccità storica che ha colpito il Canale di Panama e le crescenti tensioni nel Mar Rosso, che hanno portato a un calo dell’utilizzo del Canale di Suez, hanno avuto un impatto significativo sulle rotte commerciali globali. Nel frattempo, secondo l'., le tariffe per il trasporto marittimo sono in aumento Indice dei container del mondo Drewry e della gestione della merci. Maersk ha inoltre annunciato il completo dirottamento di tutte le navi dirette a Suez attorno al Corno d'Africa, senza eccezioni.

Ma cosa significa veramente per il settore e per il suo futuro?

Questi eventi sottolineano l’urgenza di ripensare la logistica dei container, concentrandosi in particolare sull’aspetto spesso trascurato della gestione dei container vuoti. Con la catena di fornitura globale in un momento cruciale, è tempo di affrontare le inefficienze della catena di fornitura dei contenitori vuoti e spiegare perché la gestione dei contenitori vuoti è molto più che pianificare un singolo viaggio da A a B. 

Qual è la catena di fornitura dei contenitori vuoti?

Nella complessa rete della logistica globale, la movimentazione dei container vuoti rappresenta una sfida e un costo notevoli. Ogni anno, ad esempio, il settore della logistica spende oltre 20 miliardi di dollari per lo spostamento di container vuoti  xCambia, un processo noto come riposizionamento dei contenitori. 

La catena di fornitura dei contenitori vuoti si riferisce letteralmente al processo di restituzione dei contenitori vuoti ai centri di produzione del mondo. Ma questa è una parte incredibilmente complessa della catena di fornitura, nonostante il minor valore percepito nello spostare un contenitore vuoto.

Questo problema sorge a causa degli squilibri commerciali; ad esempio, i porti europei e americani hanno spesso un surplus di container vuoti, mentre i porti asiatici si trovano ad affrontare un deficit. Questo squilibrio porta a congestione, ritardi nella gestione e aumento dei costi nei porti. Inoltre, le navi odierne a basso consumo di carburante fanno sì che i costi del carburante per il trasporto attraverso le principali linee oceaniche siano quasi identici, sia a vuoto che a pieno. E il deficit significa letteralmente che lo squilibrio esiste sempre. Quindi è questo l’onere del problema, oppure ci sono altri problemi e sfide che influenzano questo flusso inverso?

I principali miti della logistica dei container vuoti

La struttura delle catene di fornitura di contenitori vuoti sembra semplice: inviare sempre un'esportazione per ogni importazione, ma ciò non è pratico. Inoltre, anche se un tale spedizioniere dovesse esistere, non si allineerebbe mai perfettamente in tutte le spedizioni. Come spiegato da Marine Insight, “Contrariamente alla credenza comune, il viaggio di un container attraverso più spedizioni non è lineare o diretto. Per un vettore, anche se le sue navi potrebbero spostarsi secondo una rotazione fissa sul servizio di linea, l'assegnazione e il movimento dei container dipendono da fattori quali la disponibilità e la natura della merce, il luogo di ritiro, gli esportatori e gli importatori coinvolti e la destinazione .” Ci sono anche alcuni altri miti che influenzano questa danza globale, tra cui:

  • Mito - Il riposizionamento dei contenitori vuoti è una preoccupazione minore
  • Realtà - Si tratta di un grave onere finanziario, che costa al settore miliardi ogni anno.
  • Mito - C'è sempre un carico per i viaggi di ritorno
  • Realtà - Gli squilibri commerciali spesso fanno sì che i container ritornino vuoti, con conseguenti costi aggiuntivi.
  • Mito - La tecnologia può risolvere completamente il problema
  • Realtà - Anche se la tecnologia aiuta nella pianificazione, non può compensare completamente le sfide strutturali degli squilibri commerciali. Tuttavia, una maggiore visibilità su tutti i container in tutte le modalità può aiutare gli spedizionieri a identificare modelli e opportunità di ottimizzazione.
  • Mito - I contenitori vuoti non influiscono sui prezzi al consumo
  • Realtà - I costi di riposizionamento dei container vuoti contribuiscono ad aumentare le tariffe di spedizione, con un impatto sui prezzi al consumo, nonché ad aumentare i costi del carburante per ogni spedizione.
  • Mito - Il problema è uniforme in tutte le regioni
  • Realtà - La questione varia in modo significativo a seconda degli squilibri commerciali regionali e delle attività economiche.
  • Mito - I nuovi contenitori eliminano il problema.
  • Realtà - Nuovi contenitori non sono fattibili per le catene di approvvigionamento che sono già in difficoltà; inoltre, continuano ad esistere tempi di consegna lunghi nella produzione di contenitori.

Suggerimenti per migliorare la logistica dei contenitori vuoti

È ovvio che il problema della logistica dei container vuoti richiede una strategia più avanzata. Tuttavia, gli spedizionieri possono avviare il processo di riduzione dei costi e dello stress applicando questi suggerimenti.

  • Ottimizza l'utilizzo dei contenitori - Adottare strategie come il cargo pooling e il trasporto ferroviario per ridurre i viaggi a vuoto.
  • Sfrutta la tecnologia - Utilizzare soluzioni digitali per una migliore previsione e pianificazione dei movimenti dei container.
  • Incoraggiare l’uso dei container di proprietà dello spedizioniere (SOC) - Ciò trasferisce la responsabilità del riposizionamento dei container allo spedizioniere.
  • Implementare strategie di riposizionamento efficienti. Ad esempio, prova a ritirare un contenitore vuoto ogni volta che consegni un contenitore pieno.
  • Promuovere il carico di ritorno - Incoraggiare la spedizione di merci di basso valore in contenitori vuoti durante i viaggi di ritorno.
  • Migliorare la visibilità della catena di fornitura - Anticipare e gestire i movimenti dei container in modo più efficace con una migliore visibilità sui processi di consegna/ritiro.

Approfondimento dagli esperti di Crane Worldwide Logistics sulla situazione del Mar Rosso

“Lo scenario attuale nel Mar Rosso si sta senza dubbio aggravando poiché continuiamo a vedere i vettori deviare le spedizioni attraverso il Capo di Buona Speranza, aggiungendo tempi di transito significativi per le merci dei spedizionieri che arrivano nei porti europei. Non si tratta di un’interruzione a breve termine per il mercato del trasporto marittimo. È importante ricordare le lezioni apprese”, commenta Mark Rhodes, direttore regionale di Ocean Product per l’Asia Pacifico presso Crane Worldwide Logistics. 

“La carenza di container rimane fresca nei nostri ricordi della pandemia di COVID”, aggiunge. “La tratta di andata dall’Asia all’Europa è solo l’inizio di quelli che potrebbero essere tempi più turbolenti nel 2024.

I container che arriveranno a breve in Europa attraverso il percorso deviato dovranno tornare verso i punti caldi della produzione in Asia.

Considerata l’attuale indisponibilità della rotta del Canale di Suez, si può solo supporre che anche i vettori dirotteranno le loro navi verso l’Asia attraverso il Capo di Buona Speranza.

Con giorni di transito aggiuntivi per gli orari di ritorno e quelli imminenti Nuovo anno lunare che iniziano il 10 febbraio 2024 in Asia, ciò probabilmente esacerba ulteriormente l’interruzione della catena di approvvigionamento che stiamo attualmente vivendo”, spiega Rhodes.

 “I costi del trasporto aereo sono in aumento. Dato che il trasporto merci ferroviario dalla Cina all’Europa è fortemente colpito dal conflitto in Ucraina, è importante collaborare con il proprio fornitore di servizi logistici per la pianificazione a lungo termine nel 2024, poiché sono disponibili soluzioni alternative”, ha concluso. 

Sono disponibili aggiornamenti regolari sulla situazione del Mar Rosso qui, non esitate a contattare il vostro rappresentante locale di Crane Worldwide Logistics per discutere le vostre opzioni.

Semplifica la catena di fornitura dei container per il trasporto di merci con Crane Worldwide Logistics

Ci saranno sempre sfide nella gestione del flusso di contenitori pieni o vuoti tra le aree. Tuttavia, gli spedizionieri che si prendono il tempo per pensare in modo strategico saranno più adatti a gestire non solo le interruzioni attuali ma anche quelle future. Inoltre, saranno più propensi a collaborare con esperti in tutte le forme di trasporto, ad esempio Crane Worldwide Logistics, per trovare opportunità di ottimizzazione in altre modalità e pianificare di conseguenza.

Scopri come le giuste partnership possono migliorare la tua catena di fornitura con Crane Worldwide Logistics ottenere un preventivo adesso.


 

Richiedi una quotazione

Lascia che uno dei nostri esperti crei la soluzione più adatta alle tue esigenze logistiche.