15 Giugno 2021

Aggiornamento sulla Brexit - giugno 2021 - Accordo commerciale tra Regno Unito e Australia - Protocollo NI - Carne e salsicce refrigerate

Proseguono i colloqui di libero scambio tra la Nuova Zelanda e il Regno Unito

Dopo la conclusione del quinto round di colloqui, entrambi i paesi hanno concordato un'accelerazione dei negoziati per concludere un accordo globale di libero scambio che sarà vantaggioso per il commercio reciproco, l'occupazione, i servizi e l'economia verde. Avvicinare il Regno Unito al partenariato transpacifico globale e progressivo che aprirà le porte all'area di libero scambio di 9 trilioni di sterline con accesso a oltre mezzo miliardo di consumatori.

  • Il commercio reciproco tra Regno Unito e Nuova Zelanda vale attualmente 2.3 miliardi di sterline (dati 2020)
  • L'accordo commerciale dovrebbe vedere la rimozione delle tariffe sulle merci del Regno Unito e della Nuova Zelanda

La battaglia per le salsicce britanniche

Alla fine di giugno, la Gran Bretagna non sarà in grado di esportare salsicce refrigerate nell'Irlanda del Nord, che segue la norma già attuata che vieta l'importazione di prodotti a base di carne refrigerata nell'UE da paesi al di fuori dell'Unione europea.

Nel tentativo di prevenire ulteriori proteste in Irlanda del Nord, il governo britannico ha chiesto all'UE di estendere il periodo di grazia al 1° settembre. Il Regno Unito ha minacciato di annullare unilateralmente il regolamento e di continuare a spedire questi prodotti dopo la scadenza del termine. L'UE ha avvertito il Regno Unito che ciò potrebbe in definitiva portare a tariffe aggiuntive sulle merci del Regno Unito importate nei paesi dell'UE.

Il Regno Unito e l'Australia concordano termini generali per un accordo commerciale

Martedì 15 giugno, il Regno Unito e l'Australia hanno concordato i termini generali per un accordo commerciale tra i due paesi. L'accordo mira ad eliminare le tariffe sulle merci ma con un periodo transitorio di 15 anni. La liberalizzazione di alcuni prodotti agricoli sarà organizzata per consentire la transizione dei mercati. L'accordo rappresenta un altro trampolino di lancio verso l'adesione al partenariato transpacifico globale e progressivo (CPTPP).

Se l'accordo potrà essere ratificato entro la fine di quest'anno, questo rappresenterà il primo grande accordo bilaterale interamente negoziato dal Regno Unito dopo la Brexit. Altri accordi che sono stati chiusi erano ampiamente basati su accordi esistenti che sono stati concordati dall'Unione Europea quando il Regno Unito era ancora membro.

Argomento del protocollo dell'Irlanda del Nord

La discussione tra il Regno Unito e l'Unione europea sul protocollo di confine dell'Irlanda del Nord sembrava dirigersi verso una guerra commerciale, nonostante il presidente degli Stati Uniti Joe Biden chiedesse un compromesso. Durante il vertice del G7 tenutosi la scorsa settimana nel Regno Unito, il governo britannico ha indicato che non ci sarà alcun ammorbidimento della propria posizione. Il protocollo è stato introdotto nell'ambito dell'accordo Regno Unito-UE per garantire che il confine terrestre tra l'Irlanda e l'Irlanda del Nord, che fa parte del Regno Unito, rimanesse aperto alla libera circolazione di persone e merci, tuttavia ciò significa che i controlli di regolarità le merci in arrivo dal Regno Unito dovrebbero essere implementate ai punti di frontiera sul Mare d'Irlanda. Il Regno Unito ha chiesto di rinegoziare il protocollo per evitare la presunta separazione dell'Irlanda del Nord, che, se attuata, impedirebbe la spedizione di determinate merci in NI dal Regno Unito una volta che le regole saranno pienamente applicate e potenzialmente minaccerà la pace. Il Regno Unito ha affermato che invocherà l'articolo 16 che prevede l'adozione di misure unilaterali se il protocollo ha dato luogo a gravi difficoltà economiche, sociali o ambientali.

Regno Unito, accordo commerciale con Norvegia, Islanda e Liechtenstein

Il 1° gennaio 2021 è entrato in vigore l'accordo di libero scambio precedentemente concordato con la Svizzera, che fa parte del gruppo di paesi EFTA insieme a Norvegia, Islanda e Liechtenstein. paesi dell'EFTA.

A seguito di alcune preoccupazioni iniziali sul fatto che un accordo su un accordo di libero scambio permanente non potesse essere raggiunto a causa di una percentuale di parlamentari norvegesi che si opponeva a parti del testo che potenzialmente minacciano l'agricoltura norvegese, il Regno Unito ha annunciato venerdì 4 giugno che un accordo commerciale aveva ora stato concordato con Norvegia, Islanda e Liechtenstein, il che garantisce la cooperazione continua e il libero scambio in futuro.

Quali sono i vantaggi dei nuovi accordi commerciali?

NORVEGIA:

  • Il Regno Unito è il più grande partner commerciale della Norvegia, con un commercio totale tra i due per un valore di circa GBP.26.3 miliardi
  • La Norvegia fornisce il 40% dell'energia del Regno Unito
  • Il 48.8% delle esportazioni del Regno Unito è legato ai servizi.

ISLANDA:

  • Le esportazioni del Regno Unito in Islanda valgono GBP.604 milioni GBP
  • Il principale prodotto di esportazione che l'Islanda esporta nel Regno Unito è il prodotto della pesca del valore di USD.283.78 milioni delle USD.504.99 milioni di esportazioni totali.

LIECHTENSTEIN:

  • Lo scorso anno gli scambi di beni e servizi tra il Regno Unito e il Liechtenstein sono stati pari a GBP.173 milioni

  • Le esportazioni del Regno Unito in Liechtenstein sono valutate a GBP.166 milioni.

Accordo globale e progressivo per il partenariato transpacifico

Regno Unito un passo più vicino all'adesione al CPTPP (Accordo globale e progressivo per il partenariato transpacifico)
Il Regno Unito ora distoglie lo sguardo dal loro partner commerciale naturale, l'UE, il CPTPP è ora saldamente nel mirino. Mercoledì 2 giugno, a seguito di un incontro online degli 11 paesi membri del patto, è stato raggiunto un accordo che facilita la Gran Bretagna nell'avvio del processo di adesione.

Il CPTPP rimuove il 95% delle tariffe all'interno del patto, l'adesione è composta da: Giappone, Canada, Australia, Vietnam, Nuova Zelanda, Singapore, Messico, Perù, Brunei, Cile e Malesia

Richiedi una quotazione

Lascia che uno dei nostri esperti crei la soluzione più adatta alle tue esigenze logistiche.