Interruzione della catena di approvvigionamento post COVID

Giugno 17, 2022

Interruzione della catena di approvvigionamento post COVID

Interruzione della catena di approvvigionamento globaleL'impatto della pandemia di COVID nel mondo della catena di approvvigionamento è stato ben documentato, dai blocchi alle spedizioni urgenti di DPI con conseguente interruzione della catena di approvvigionamento.

Con le restrizioni COVID che si stanno rapidamente riducendo in molte parti del mondo, è corretto commentare che il pubblico in generale presume che le catene di approvvigionamento si siano riprese e le merci saranno accessibili come prima?

Tra gli esperti della catena di approvvigionamento, ciò è altamente discutibile, poiché l'interruzione del trasporto merci e del magazzino è ancora chiaramente evidente.

La carenza negli Stati Uniti ha anche allertato la maggioranza, che solo di recente ha appreso delle catene di approvvigionamento che forse la "nuova normalità" sembrerà molto diversa in futuro.

La domanda rimane "L'inventario giusto è nel posto giusto al momento giusto per il giusto costo?". Una semplice affermazione che i libri di testo della filiera hanno citato sin dalla loro creazione, che in realtà non è molto tempo fa.

La globalizzazione ha creato una gamma completa di nuove opportunità per l'approvvigionamento, la produzione, l'assemblaggio e altro ancora, con costi variabili inferiori come manodopera più economica e infrastrutture operative.

Tuttavia, l'aumento dei costi di spedizione e l'interruzione del trasporto, come abbiamo visto negli ultimi anni, mettono a repentaglio i vantaggi previsti della produzione e dell'approvvigionamento internazionali.

Ora, diventa una discussione più approfondita della semplice pianificazione di emergenza per eventi imprevisti come, ad esempio, una pandemia globale. Si stanno prendendo decisioni a livello di sala riunioni per cambiare direzione e in effetti le posizioni per le loro infrastrutture operative sono viste come un imperativo strategico piuttosto che un "bello da avere".

Nelle ultime settimane, il Politica di tolleranza zero COVID in Cina ha visto un ulteriore caos aggiunto ai problemi della catena di approvvigionamento. Con rapporti di oltre 150,000 TEU in attesa di essere spediti dai porti cinesi, le località di produzione alternative stanno diventando una realtà in aumento per molti marchi mentre il mondo attende l'impatto della congestione in Europa e negli Stati Uniti. 

L'Europa e gli Stati Uniti stanno già ricevendo allarmi di panico poiché la minaccia di un'ulteriore congestione portuale, sperimentata a livelli senza precedenti durante la pandemia di COVID, porta all'alta stagione marittima e a turbolenti problemi di lavoro come abbiamo riferito di Amburgo di recente

È chiaro che stiamo ancora vivendo in tempi senza precedenti e gli spedizionieri hanno subito i ritardi, i costi e i colli di bottiglia creati dalla congestione durante il periodo del COVID. Sebbene le previsioni e la pianificazione siano state in cima all'agenda, è chiaro che c'è incertezza nel futuro.

Sono state fornite soluzioni di trasporto alternative per far fronte alle sfide della spedizione. Crane Worldwide Logistics, ad esempio, ha fornito capacità di aeromobili aggiuntiva attraverso charter regolari da entrambi L'Asia negli Stati Uniti e gli Stati Uniti in Europa così come L'Europa negli Stati Uniti per integrare le continue esigenze del nostro cliente. 

Sono stati utilizzati anche gateway alternativi per evitare ritardi sostanziali che si sono verificati presso i principali gateway statunitensi e sono stati effettuati investimenti significativi per integrare capacità di magazzino aderire al cambio di direzione dalla gestione just-in-time a quella just-in-case dell'inventario.

L'aumento dell'inflazione, la bassa fiducia dei consumatori accompagnata da magazzini pieni, carenza di manodopera e attrezzature, nonché imminente sciopero potrebbero essere un cocktail indigeribile per molti produttori nel prossimo futuro.

Il business globale si trova ora di fronte a grandi decisioni, per reagire o per agire alla crisi marittima. In alcuni casi, sono state sviluppate sedi di produzione alternative al di fuori della Cina, ad esempio nel sud-est asiatico, in India e nell'Europa orientale. Ma fino a che punto si svilupperà il nearshoring è una questione di tempo e di pianificazione strategica.

I tempi stanno cambiando e le catene di approvvigionamento si riveleranno il vantaggio strategico delle aziende di successo del futuro. Le partnership contano.  Contattami se possiamo aiutarti! 


L'interruzione della catena di approvvigionamento continua ad avere un impatto sulle operazioni globali

Uomo vestito con cravattaLe interruzioni del trasporto aereo e marittimo continuano su scala globale. Eventi come il conflitto in Ucraina, l'inflazione e l'escalation dei prezzi del carburante, i direttori della catena di approvvigionamento globale continuano ad affrontare sfide nel mercato del trasporto merci.

Gerardo Ryan, Presidente Global Commercial di Crane Worldwide Logistics fornisce un riepilogo degli ultimi eventi in un briefing aziendale condotto in associazione con CEIA, la rete tecnologica di Cork in Irlanda. 

Di seguito una sintesi della presentazione.


Aggiornamenti sul trasporto aereo

La ripresa economica del mercato delle merci aviotrasportate resta fortemente dipendente dalla ripresa delle compagnie aeree. All'inizio della pandemia, molti settori sono stati pesantemente colpiti dalla crisi del COVID-19. Notevole il rallentamento delle reti di trasporto, come l'Hi-tech e le scienze della vita. 

Le compagnie aeree commerciali forniscono una capacità significativa per il trasporto aereo di merci nella stiva dell'aereo che viene trasportato su aerei passeggeri. Quando agli aerei passeggeri è stato impedito di volare durante la pandemia di Coronavirus, i limiti di capacità hanno causato l'interruzione della catena di approvvigionamento per molti settori. 

Più capacità di carico sarà disponibile sugli aerei passeggeri con l'aumento dei livelli di fiducia. Nel frattempo, l'aggiunta di capacità tramite aerei cargo continua a essere una priorità per gli spedizionieri.

La variante Omicron nel 2022 ha continuato ad avere un impatto sui viaggi globali e, più recentemente, l'epidemia a Shanghai ha limitato la capacità del principale hub dell'aeroporto PVG. 

Per quanto riguarda le grandi rotte commerciali manifatturiere fuori dall'Asia, la domanda continua a superare l'offerta. Il mercato in forte espansione dei consumatori al dettaglio continua anche a guidare la domanda di capacità di trasporto aereo di merci. 

L'aumento della disponibilità di aeromobili per il trasporto di merci sosterrà un ritorno alla stabilità nel mercato del trasporto aereo di merci. Dal punto di vista della capacità, della tariffa e del servizio, ciò migliorerà la situazione attuale. 

Crane Worldwide è un'organizzazione flessibile e proattiva. La compagnia ha recentemente investito in aerei charter. Ciò aumenterà la capacità disponibile per i nostri clienti dall'Asia agli Stati Uniti e dagli Stati Uniti all'Europa. 

Aggiornamento del trasporto marittimo

La domanda di spazio per il trasporto marittimo è aumentata durante il COVID-19 a causa della mancanza di capacità di trasporto aereo. Questo aumento, così come le partenze vuote e la carenza di container, hanno contribuito a un'enorme perturbazione nel mercato del trasporto marittimo e nelle reti di approvvigionamento. 

L'affidabilità della programmazione dei vettori marittimi ha risentito dei vari vincoli del mercato. Nel 2019, il trasporto marittimo si è attestato a un'affidabilità di circa l'80-85%, che è scesa drasticamente al 30% nel 2021.

Ciò ha portato a forti aumenti delle tariffe di trasporto marittimo che hanno avuto un forte impatto sulle catene di approvvigionamento globali e hanno creato arretrati nei principali porti.

Aggiornamento del trasporto merci su rotaia

Durante le ondate di COVID-19 nel 2020 e nel 2021, il trasporto merci su rotaia è diventato presto una soluzione alternativa affidabile al trasporto aereo e marittimo dalla Cina all'Europa. Dati i tempi di transito costanti, il trasporto merci su rotaia ha fornito una certa certezza sui tempi di arrivo per le merci trasportate in Europa dall'Asia.

È diventato disponibile anche il percorso multimodale da Vietnam, Giappone e Corea, ecc. per effettuare spedizioni brevi in ​​Europa. Secondo China Railway, il volume di spedizione di China Rail Express ha raggiunto 707,000 teu, con un tasso di crescita anno su anno del 53% all'inizio del 2021.

Anche gli autotrasporti dalla Cina all'Europa hanno acquisito slancio in quel momento supportando merci di valore medio-basso.

Dall'inizio del conflitto in Ucraina, tuttavia, l'opzione del trasporto merci su rotaia è ora fortemente influenzata dalle circostanze in continua evoluzione. Le rotte ferroviarie attraverso la Russia attualmente non sono state interessate, tuttavia c'è molta incertezza su come si evolverà questa situazione.

Aggiornamento autotrasporti

Il mercato del lavoro e l'aumento dei prezzi del petrolio sono preoccupazioni significative per il trasporto merci su strada. La carenza di conducenti in tutto il mondo continua a sfidare l'industria degli autotrasporti. L'autotrasporto è un mezzo di trasporto vitale in una catena di approvvigionamento efficace. Dall'aeroporto alla destinazione finale o da un porto all'altro, la maggior parte delle merci a un certo punto viaggia tramite camion.

I prezzi del petrolio sono aumentati in modo significativo a causa del COVID-19 e la crisi in Ucraina stanno spingendo il prezzo del diesel a livelli senza precedenti. Gli analisti di JP Morgan Chase & Co e Bank of America hanno previsto che le interruzioni dei flussi petroliferi russi potrebbero spingere i prezzi del petrolio da $ 185 a $ 200 al barile. Le tariffe di trasporto quindi saranno elevate rispetto ai livelli precedenti, non solo a causa del diesel, ma anche dell'elevata domanda di conducenti di camion e dell'inflazione salariale. 

Il webinar completo è disponibile su CEIA.ie, il sito web della rete tecnologica di Cork per saperne di più, clicca qui

Iscriviti per ricevere i nostri regolari aggiornamenti sul trasporto aereo, marittimo e terrestre per saperne di più, clicca qui


A proposito di CEIA (vedi opuscolo per saperne di più, clicca qui)

La CEIA è un'associazione senza scopo di lucro leader del settore che rappresenta le aziende High Tech nella regione di Cork dal 1984. Lavora in collaborazione con agenzie regionali e nazionali come Industrial Development Agency (IDA), Enterprise Ireland, Cork Education & Training Board, il Cork Institute of Technology e l'University College Cork, per garantire che sia disponibile un'infrastruttura tecnologica sofisticata per consentire al settore di crescere e prosperare.

L'organizzazione è stata fondata nel 1984 da un certo numero di amministratori delegati, concentrandosi principalmente sul miglioramento delle infrastrutture della regione e sul sostegno della crescita industriale. Ha ottenuto un grande successo sin dall'inizio e può essere considerata la significativa associazione che rappresenta il settore manifatturiero, della catena di approvvigionamento e della tecnologia nella regione meridionale dell'Irlanda. Il CEIA comprende attualmente più di 50 membri, inclusi i 5 membri statutari, MTU, EI, CETB, IDA e UCC


AGGIORNAMENTO gennaio 2021

COVID-19 - Lezioni di logistica apprese 

È passato un anno da quando è emersa la pandemia COVID-19, evidenziando le vulnerabilità nelle catene di approvvigionamento e creando un nuovo panorama stimolante per il commercio internazionale per molte organizzazioni in tutto il mondo.  

La base di un processo efficiente della catena di approvvigionamento è sempre dipesa da previsioni prevedibili della domanda e dell'offerta. Tutto è cambiato quando la pandemia ha colpito il mondo e la più tremenda turbolenza nella catena di approvvigionamento, mai sperimentata in questa vita, ha iniziato a manifestarsi.  

L'impatto di un anno sulle catene di fornitura

Le "conseguenze" della pandemia (sebbene ancora prevalente in molti paesi) hanno svuotato gli scaffali e diminuito le scorte di sicurezza poiché i produttori hanno ridotto la produzione all'inizio della crisi del Coronavirus.

L'impatto del effetto frusta non è mai stato così diffuso come attualmente. La domanda sta ora superando l'offerta in molte parti del mondo e il trasporto di merci è ancora impegnativo. 

I consumatori negli Stati Uniti sono in modalità di acquisto. Dopo aver dovuto affrontare blocchi e negozi chiusi, i consumatori si sono risvegliati dalla pandemia. Secondo un recente rapporto di JP Morgan, la spesa dei consumatori negli Stati Uniti è in aumento:  

  • Le vendite al dettaglio sono aumentate del 5.3% a gennaio, al di sopra delle aspettative. 
  • Durante il 2020, i risparmi delle famiglie statunitensi sono quasi raddoppiati. 
  • I pacchetti di stimolo federale dello scorso anno hanno aiutato il reddito familiare reale a crescere del 3.7% nel 2020. 

Sembrerebbe che gli Stati Uniti stiano tornando alle normali attività di stile di vita dopo la pandemia e la domanda dei consumatori è iniziata nel 2021. 

La pandemia COVID-19 dello scorso anno è stata davvero "una tempesta perfetta" per i professionisti della catena di approvvigionamento. Il culmine di una ridotta produzione di produzione, scaffali vuoti a causa di accaparramento, limitato trasporto aereo la capacità nella stiva degli aerei passeggeri, le frontiere chiuse e la maggiore richiesta di capacità richiesta per i vaccini COVID-19 e le forniture hanno portato a una moltitudine di interruzioni. Inoltre, Brexit aggiunto alla turbolenza.  

Un anno dopo, l'interruzione della catena di approvvigionamento è ancora in corso con carenza di container, voli passeggeri limitati e circostanze imprevedibili più recenti come il blocco più recente del canale di Suez. I costi stanno aumentando a causa delle sfide e stanno influenzando le aziende di tutto il mondo. 


Quali sono le prossime sfide per le catene di approvvigionamento?

Merci aereeMentre le catene di approvvigionamento si adattano alle interruzioni iniziali create dallo scoppio del coronavirus COVID-19, ulteriori sfide stanno iniziando a emergere mentre la crisi globale continua a svilupparsi in tutto il mondo.

La domanda dei consumatori è ora la domanda che turba gli esperti della catena di approvvigionamento. Oltre alle chiusure di attività e negozi per periodi indefiniti, le industrie potrebbero anche registrare una riduzione della domanda dei consumatori. Molte case devono affrontare tempi difficili a causa dell'incertezza del lavoro e della riduzione del reddito familiare.

La previsione sarà inevitabilmente una sfida poiché la domanda imprevedibile dominerà le operazioni della catena di approvvigionamento così come l'ottimizzazione della capacità di produzione e distribuzione.
La pianificazione e l'analisi degli scenari saranno senza dubbio uno strumento prezioso per comprendere le implicazioni sia finanziarie che operative di qualsiasi ulteriore interruzione.

Come prepararsi con successo alle future sfide della Supply Chain?

Durante i periodi di crisi e le circostanze in rapida evoluzione, le partnership lungo tutta la catena di fornitura sono indispensabili per mantenere un approccio agile e visibile alla fluttuazione della domanda e dell'offerta. Sei preparato se un'altra pandemia o una seconda ondata di COVID-19 colpisce? In qualità di partner logistico, Crane Worldwide Logistics può supportarti nella diversificazione delle tue soluzioni attraverso la capacità del magazzino e misure di trasporto flessibili.

Quando inizi a valutare la tua futura domanda dei consumatori, a determinare i tuoi requisiti di inventario attuali e futuri e a prevedere qualsiasi afflusso nella tua offerta, possiamo fornire un approccio logistico flessibile per garantire che la tua attività continui a funzionare in modo efficiente. Mitigando i rischi, possiamo fornirti supporto a lungo termine sia ora che in futuro. In che modo costruirete la resilienza della catena di approvvigionamento nelle vostre operazioni in caso di ripetizione di una pandemia simile?

Priorità assoluta della catena di fornitura durante e dopo la pandemia COVID-19

Hau Lee, professore di operazioni, informazioni e tecnologia presso Stanford Graduate School of Business, ha suddiviso le priorità principali per superare le sfide della supply chain. Per la maggior parte dei grandi produttori, l'approvvigionamento globalizzato è destinato a restare; Pertanto, la grande priorità per le aziende è aumentare la consapevolezza di ciò che sta accadendo lungo la catena di fornitura.

  • Quali sono le tendenze negli accordi commerciali?
  • Che tipo di rischi - fisici, politici, finanziari - affrontano i fornitori a ogni livello?
  • Quali saranno le ripercussioni per il resto della catena se una fabbrica di chiavi dovesse chiudere?
  • E quali sono le opzioni di backup?

Una seconda priorità è creare maggiore flessibilità nel processo di produzione (copertura operativa). Il modo migliore per affrontare queste sfide è disporre di fonti alternative.

La terza priorità, secondo Lee, è aumentare la flessibilità logistica. Investire nella logistica può espandere in modo significativo le opzioni di un'azienda.

Andando avanti, come affermato dal professor Lee, le aziende e i produttori che cercano di superare le sfide della catena di fornitura globale dovrebbero:

  • Cerca le opzioni in anticipo.
  • Investire in flessibilità.
  • Siepe come fa una banca.

Astros Foundation collabora con Crane Worldwide e con il Texas Medical Center per aiutare a salvare vite umane ... Leggi di più

Spedizioni di forniture medicali in supporto alla pandemia di Coronavirus COVID-XNUMX in Sud Africa ... Leggi di più

Consegna Ultimo Miglio di ventilatori polmonari agli ospedali irlandesi ... Leggi di più

Richiedi una quotazione

Lascia che uno dei nostri esperti crei la soluzione più adatta alle tue esigenze logistiche.