Dicembre 17, 2021

Controlli doganali per le merci UE - Aggiornamento 2022

Cambiano le regole doganali per le merci destinate alla Gran Bretagna

Con l'avvicinarsi del nuovo anno, i commercianti che spostano merci tra l'Unione europea (UE) e il Regno Unito (Regno Unito) dovrebbero prendere atto del cambiamenti che avverranno il 1° gennaio 2022, per cui i controlli alle frontiere saranno ulteriormente rafforzati per tutti i movimenti in Gran Bretagna.

Di seguito abbiamo evidenziato alcuni dei cambiamenti chiave che richiederanno considerazione:

Verranno implementati controlli doganali completi il che significa che, a meno che tu non disponga di un'autorizzazione completa pre-approvata che faciliti una semplificazione doganale, tutte le merci richiederanno una dichiarazione doganale.

Prodotti di origine animale, sottoprodotti di origine animale, piante e prodotti vegetali richiederanno una notifica preventiva alle autorità del Regno Unito prima di salire a bordo del traghetto nell'UE

Questo può essere effettuato dal tuo spedizioniere doganale inviando i dettagli nell'applicazione IPAFFS del governo - Le merci in movimento dalla Repubblica d'Irlanda e dall'Irlanda del Nord saranno esenti

Il servizio di movimentazione dei veicoli merci (GVMS) sebbene i porti non collegati all'inventario sarà obbligatorio e facoltativo attraverso alcuni porti che intendono operare il modello misto inventario/GVMS, tale obbligo ricade sull'operatore del mezzo di trasporto attivo, che per un veicolo sarà a carico del trasportatore

- GVMS è una busta virtuale che consentirà di unire più riferimenti di dichiarazione in un unico riferimento chiamato GMR (Riferimento movimento merci) per semplificare la visibilità per gli operatori e le agenzie governative

- GVMS supporta il Nuovo Modello di Pre-Lodgement che:

  • Assicurarsi che tutte le merci abbiano le dichiarazioni appropriate prima dell'imbarco  
  • Comunicare alla persona che ha il controllo delle merci al momento dell'arrivo al porto di sbarco, per informarlo se le merci sono sdoganate per proseguire il viaggio o in alternativa se le merci richiedono un controllo.

Luoghi di frontiera che opereranno secondo il modello di deposito temporaneo, il che significa che detengono un'approvazione dalla dogana e gestiranno un sistema di inventario collegato tramite un fornitore di supporto comunitario, in base al quale le merci possono essere controllate all'arrivo e quindi possono essere sdoganate dopo lo scarico anziché commercianti che devono presentare le loro dichiarazioni doganali prima della partenza dall'UE.

- Le merci possono rimanere all'interno dell'area controllata fino a 90 giorni

L'obbligo di presentare dichiarazioni di sicurezza per le merci in arrivo dall'UE è stato rinviato al 1 luglio 2022.

Un cambiamento importante che interesserà molti esportatori e importatori è la fine della servitù relativa alle norme di origine preferenziale, il che significa che un commerciante che desidera richiedere l'esenzione dai dazi ai sensi dell'accordo commerciale e di cooperazione UE-Regno Unito (TCA) deve avere un'ottima comprensione su cosa si qualifica e cosa non si qualifica. Qualsiasi merce considerata qualificata, il commerciante deve essere in possesso delle prove corrette per la verifica alla dogana, se richiesto. Se la prova pertinente non è conservata, le merci saranno soggette all'aliquota piena del dazio. Questa regola si applica alle merci che viaggiano in entrambe le direzioni.
 


OTTOBRE 13th, 2021

Dichiarazioni doganali complete e controlli per le merci UE dal 1 gennaio 2022

La Gran Bretagna ha lasciato l'Unione Europea il 31 gennaio 2020 con il periodo di transizione concordato che termina il 31 dicembre 2020.

Per assistere le imprese dal 1° gennaio 2021, il governo britannico ha deciso di introdurre gradualmente i controlli alle frontiere al fine di attenuare l'impatto sulle imprese che già soffrono durante la pandemia di Coronavirus.

I controlli alle frontiere per le merci che entrano in Gran Bretagna con i traghetti roll-on e roll-off non sono stati completamente implementati, il che ha permesso alla maggior parte delle merci di entrare nel Regno Unito senza controlli doganali all'arrivo, inoltre è anche possibile importare alcuni prodotti destinati al mercato nazionale mercato per entrare nel Regno Unito senza la presentazione immediata di un'entrata in dogana, in regime di servitù temporanea, tuttavia, la dichiarazione completa sarebbe stata quindi richiesta prima che fossero trascorsi 6 mesi.

Il 1° gennaio 2022 verranno reintrodotti i controlli doganali completi, a meno che non si disponga già di un'autorizzazione doganale completa prima dell'introduzione dei controlli.

La dogana ha emesso un avviso commerciale che può essere letto per saperne di più, clicca qui

La nuova hotline di esportazione DIT

Il 1° ottobre, il Dipartimento del commercio internazionale del Regno Unito ha lanciato il suo nuovo servizio rivolto specificamente alle imprese britanniche che esportano in Europa. È progettato per aiutare gli esportatori a destreggiarsi tra gran parte delle complesse regole commerciali che sono state implementate dalla Brexit, come le regole di origine preferenziali, l'ingresso in nuovi mercati, ecc. Il mercato europeo è il più grande partner commerciale del Regno Unito con un valore di circa £ 288 miliardi delle merci esportate lì lo scorso anno. È disponibile per saperne di più, clicca qui

Contatta il team di consulenza doganale del Regno Unito se hai bisogno di supporto! Per tutti i dettagli dei servizi doganali che possiamo fornire clicca qui

Richiedi una quotazione

Lascia che uno dei nostri esperti crei la soluzione più adatta alle tue esigenze logistiche.